La filiera del packaging in Italia è ampia e conta al suo interno più di 200 mila operatori con oltre 2 mila imprese attive. Il settore dei costruttori italiani di macchine per il packaging, confezionamento ed imballaggio,  rappresenta ormai da diversi anni un’eccellenza mondiale.

I punti di forza dei produttori nazionali sono in larga parte riconducibili ad un’alta flessibilità` produttiva e, soprattutto, ad un’offerta di prodotti personalizzati, permessa da alte competenze tecniche e da una sviluppata capacita` innovativa.

Secondo i dati preconsuntivi di MECS-Centro Studi di Ucima, il fatturato complessivo 2022 del settore si attesta a 7,986 miliardi di euro: dato in calo del 3% rispetto al risultato registrato nel 2021 e di poco sopra il risultato del 2020.

Nonostante Il 2022 abbia evidenziato anche delle criticità legate ai costi delle materie prime e dei trasporti, In Italia, il mercato dei costruttori italiani di macchine per il packaging è aumentato dell’1,3%, per un valore assoluto di 1,8 miliardi di euro (+1% rispetto al 2021).

Un modello di ecosostenibilità

Il futuro del packaging sembra essere quello degli imballaggi ecologici che rilevano un forte interesse, negli ultimi anni, sia dell’industria che dei consumatori.

Come sostenuto da Enrico Aureli, presidente di UCIMA (Confindustria packaging) persino le recenti evoluzioni del mercato dovute al tema dell’inquinamento da plastica, colgono questo comparto non affatto impreparato.

L’Italia è di fatti leader nelle bioplastiche e possiede un know-how superiore a quello di Germania e USA riferito alle tecnologie per il confezionamento ecocompatibile.

Come riporta lo studio EUROPEAN CONSUMER PACKAGING PERCEPTIONS, stilato su oltre 7 mila consumatori, i due terzi degli italiani tra i 50 e 60 anni vorrebbe packaging maggiormente eco-sostenibile per i propri prodotti.

Produrre imballi ecologici è, oggi, una scelta strategica di molte imprese che scelgono di percorrere la strada della sostenibilità.

Macchine per il packaging con il noleggio operativo

Un settore con un appeal innovativo come quello del packaging ha sicuramente molti punti di contatto con il noleggio operativo così come concepito da Domorental.

Una soluzione innovativa capace di rendere ancora più performante l’attività delle imprese coinvolte in questa filiera è infatti rappresentato dal noleggio operativo Domorental che si impegna nel far sì che i grandi player del packaging possano disporre di macchine complete e della massima qualità senza dover alcun esborso iniziale ma dilazionando il pagamento su più esercizi, in funzione dell’utilità economica e produttiva del bene.

Quali sono le macchine per il packaging noleggiabili con Domorental?

  • macchine per il packaging alimentare
  • macchine per il packaging farmaceutico
  • macchine confezionatrici per le bevande
  • macchine per gli imballaggi di trasporto

Utilizzano questo strumento prevalentemente aziende dinamiche che vogliono pianificare il proprio business con un occhio alla sostenibilità degli investimenti. In questo senso, anche il continuo rinnovo delle attrezzature da utilizzare è un modo per creare valore aggiunto.

Il contratto di noleggio operativo con Domorental

  • Richiesta: Il Cliente deve arredare o rinnovare un immobile ad uso “business” o “residential”, ha come interlocutore un contractor/arredatore/produttore/architetto/negozio. Unitamente al progetto e all’offerta economica viene proposta come modalità alternativa all’acquisto, la locazione operativa con un canone periodico spalmato su 12, 24, 36, 48 o 60 mesi.
  • Approvazione: Si trasmette a Domorental l’offerta di fornitura unitamente all’ultimo bilancio disponibile, anche infrannuale, con le referenze bancarie e una breve memo sulla Società contraente, i suoi esponenti e la finalità dell’operazione.
  • Erogazione noleggio: Domorental effettua una due diligence e, nell’arco di 24 ore, delibera la proposta di noleggio operativo, emettendo il contratto.
  • Fase conclusiva: Con il completamento della fornitura, il Fornitore viene liquidato da Domorental su presentazione di fattura e di verbale di consegna e la Società contraente riceverà la prima fattura di noleggio, unitamente alla richiesta del pagamento del premio di assicurazione (se non diversamente concordato).

Per maggiori informazioni o per un preventivo gratuito contattaci qui